La Repubblica – Guida ai Sapori

OSTERIA OSTILErepubblica_sapori_2017
via Inferiore 33
www.osteriaostile.com
Tel. 0422 1783566

Chiuso: lunedì
Ferie: variabili
Orario: 11.00-15.00/18:00-00.00
22.30
BM, MC, VISA

 35/45 vini esclusi

Di ostile c’è solo il nome, in questo piccolo ristorantino del cento rinnovato pochi anni fa, qunado è iniziata la gestione di Matteo Abbiati, spigliato e moderno oste esperto di vini, e Fabrizio Chies, chef di lungo corso.
Due funzionali sale con tavoli intarsiati con i legni delle cassette di vini prestigiosi e pareti letteralmente ricoperte di bottiglie di vario lignaggio che sottolineano l’attenzione di Matteo per scelte anche non convenzionali e ne denotano l’esperienza (apprezzabile anche quanto consiglia gli abbinamenti e invita alla degustazione di vini poco noti). Il bancone espone cicchetti non convenzionali per l’aperitivo e, soprattutto, pesce fresco e crostacei vivi pronti per andare in cucina, dove Fabrizio li rende assoluti protagonisti del menu, con man leggera e rispettosa dei gusti primari.
Ricchi antipasti di pescato dell’Adriatico crudo o al vapore, baccalà mantecato e raffinata selezione di ostriche; primi piatti di pasta variabilmente conditi con sarde, seppie o astice, oppure zuppe di terra realizzate con prodotti locali; tranci di pescato del giorno, grigliata mista, il curioso tris di saòr (gamberoni, scorfano sarde) o un’accurata selezione di formaggi per un pranzo veloce o una cena informale, in stile osteria, ma con sostanza gourmet. Servizio sorridente e intraprendente e prezzi, tutto sommato, contenuti.

Osteria chic

Piatto da non perdere Spaghetti alla chiatarra con sarde fresche, pinoli e finocchieto

(fonte Guida ai Sapori – La Repubblica)